"Occhi negli occhi" live recording - recensione 26 09 2011

Sono state le note e le parole di Ilaria Pastore ad aprire, lo scorso 26 settembre, la rassegna di musica d'autore “Occhi negli occhi – Live recording” a cura di “Spazio Luce”. Con lei, ad accompagnarla musicalmente, Stefano Brandoni.

Ilaria era a piedi nudi sul “palco”, un palco che in relatà non c'era, così come non ce'rano barriere tra lei e il suo pubblico.
“Ho bisogno di sentire con la mia musica in maniera fisica” - racconta Ilaria - “e così quando posso suono a piedi nudi. Qui ho potuto farlo perchè era la dimensione ideale, non c'era distanza tra me e il pubblico e non c'era distanza tra me e ciò che stavo facendo. E' stato come sentirsi in un abbraccio”.

“Occhi negli occhi” è un incontro con la musica dal vivo. Un incontro per gli artisti che suoneranno. Ogni artista si esibirà con un altro musicista. Uno di fronte all'altro. Occhi negli occhi, appunto.

La musica come linguaggio per parlare e per parlarsi senza fretta.

Intorno a loro, il pubblico a fare da circolo, a chiudere il cerchio, a delimitare lo spazio magico dell'esibizione. Gli spettatori saranno gli altri occhi che incroceranno quelli degli artisti all'interno del loro racconto musicale. Raccontarsi dinanzi agli altri, in mezzo agli altri, con gli altri. In uno spazio che non prevede nessun palcoscenico. In uno Spazio, il nostro, che avvicina gli ascoltatori e i musicisti in una dimensione diversa, intima.

“Live recording” perchè ogni concerto diventerà un'occasione unica e registrata dal vivo. Una traccia. La traccia che vuole essere il punto fermo sul fermento della musica d'autore in città. Un appuntamento che, ultimamente, sembra sempre di più mancare nella Milano che fino a pochi anni fa dava spazio, voce e microfoni ai suoi artisti.

E' giunto il momento di guardarsi ed ascoltarsi.

Serena Prinza

 

 

Inizio Aperitivo ore 19.00
Inizio Concerto ore 20.45
Altro in questa categoria: Spazio Luce Eventi 2014 - 2015 »